Sapevi che l’utilizzo del filo interdentale è importante quanto lavarsi i denti?

Questo perché il lavaggio dei denti da solo rimuove circa il 50% della placca presente nella bocca, mentre passando anche il filo interdentale è possibile arrivare al 70%.

Inoltre, il filo interdentale raggiunge parti della bocca dove un normale spazzolino non può arrivare, in cui la placca si accumula con facilità, come negli spazi interdentali e sotto al bordo gengivale.

L’eliminazione dei residui alimentari e della placca da queste aree è di particolare importanza se si porta un apparecchio ortodontico, un ponte o qualche impianto.

L’uso del filo interdentale è più facile di quanto pensi! segui le istruzioni qui sotto per scoprire come utilizzare il filo interdentale correttamente.

1.

In primo luogo, occorre lavarsi le mani, poi bisogna prendere circa 15-20 cm di filo interdentale e avvolgerne le estremità intorno al dito medio di ogni mano. Usando il pollice e l’indice di ogni mano, afferrare un segmento di circa 2,5-5 cm e inserirlo, con l’aiuto dei pollici, tra i denti superiori.

2.

Tenere stretto tra le dita un segmento di filo interdentale (circa 2,5-5 cm) e utilizzare il dito indice di ciascuna mano per inserirlo tra le superfici di contatto di due denti inferiori.

3.

Spostare delicatamente il filo interdentale tra i denti con un andamento a zigzag, passando lungo tutto il dente. Assicurarsi che il filo interdentale non si spezzi, in quanto questo può danneggiare le gengive.

4.

Con un movimento verso l’alto e verso il basso, far scivolare delicatamente il filo contro la superficie del dente e sotto il margine gengivale. Passa il filo interdentale su ogni dente con un segmento di filo pulito.

 

I tipi di filo interdentale

I numerosi tipi di filo interdentale presenti in commercio si dividono in due macro categorie: ci sono quelli con filo cerato e con filo di nylon non cerato.

Quali sono le differenze?

·         Il filo cerato, come suggerisce il nome, è abbastanza spesso perché presenta uno strato di cera sulla sua superficie che ne favorisce il passaggio fra i denti. E’ indicato per rimuovere residui di cibo e tartaro.Inoltre, è particolarmente consigliato per chi ha una forma irregolare della dentatura.

·         Il filo di nylon non cerato è più sottile rispetto a quello cerato e permette di infilarsi in spazi interdentali molto stretti. Oltre ai residui di alimenti, questo tipo di filo interdentale è più adatto alla rimozione della placca batterica.

Alcuni tipi presentano un’aggiunta di fluoro per una maggiore pulizia dentale e per garantire freschezza a tutto il cavo orale.

Quando usare il filo interdentale

Il filo interdentale è fondamentale per la prevenzione di carie e altri disturbi legati alla scarsa cura orale, come la gengivite. Con lo spazzolino e il collutorio non sempre si riescono ad eliminare tutti i residui di cibo e i batteri che si annidano tra gli spazi interdentali e che poi, da lì, si diffondono al resto della bocca.

Qualunque sia il tipo di filo interdentale che usi, l’importante è utilizzarlo con regolarità e nel modo corretto, a casa e fuori casa, per prevenire problemi e disturbi legati alla presenza di tartaro o placca e per mantenere lo smalto dei denti bianco e sano.

I dentisti consigliano di utilizzarlo almeno una volta al giorno, dopo essersi lavati i denti con il dentifricio e prima di usare il collutorio per garantire una cura orale efficace e profonda, raggiungendo ogni spazio interdentale, e per mantenere la bocca fresca a lungo.

Chi dovrebbe usare il filo interdentale?

Tutti! L’uso del filo interdentale è importante, indipendentemente dall’età o dallo stato di salute, bambini compresi. Tuttavia, è particolarmente utile se:

  • Gli spazi interdentali sono particolarmente stretti
  • Porti impianti singoli
  • Porti protesi su denti naturali o impianti

Il filo interdentale va usato tra tutti i denti?

Sì. Anche se non è facile raggiungere i denti posteriori, la placca vi si può accumulare facilmente, quindi è necessario assicurarsi di passare il filo interdentale tra tutti i denti.

Quando dovrei passare il filo interdentale?

Si consiglia di usare il filo interdentale almeno una volta al giorno, per esempio la sera dopo aver lavato i denti.

Aiuto, mi dimentico sempre di passare di filo interdentale!

Non è sempre facile ricordarsi di usare il filo interdentale, ma è necessario che tutti lo inseriscano nella propria routine quotidiana. Ecco i nostri consigli per aiutarti a iniziare:

  • Tenere sempre il filo interdentale a portata di mano, anche quando sei in viaggio. Metterlo in auto, nella borsa,  dentro la doccia o in qualsiasi altro luogo a tua disposizione. Non lasciarlo nascosto nel mobiletto del bagno dove potresti dimenticarlo!
  • Studi scientifici hanno dimostrato che se usi il filo interdentale per 21 giorni, poi non lo usi il 22° giorno, noterai immediatamente una differenza. Quindi ricomincerai a usare il filo interdentale il 23° giorno e percepirai subito la sensazione di una bocca più pulita.
  • Insegna ai bambini come utilizzare il filo interdentale fin da piccoli, in modo che diventi una parte naturale della loro routine di igiene orale.