Il rapporto di fiducia reciproca sta alla base di qualsiasi intervento dentale.
Il dentista fa parte del team che si prende cura della vostra salute e come tale dovrebbe essere al corrente delle condizioni del vostro sistema immunitario. Esistono purtroppo delle condizioni di salute e dei farmaci che possono compromettere la buona riuscita di un intervento dentale e questo vale sopratutto per gli interventi di implantologia.

Prima di un intervento dentale, è molto importante informare il proprio dentista di tutti i farmaci che si prendono, inclusi i farmaci senza ricetta e gli integratori a base di erbe. In questo modo, il vostro dentista sarà in grado di pianificare il vostro intervento in massima sicurezza e dare una garanzia sul lavoro eseguito.

Implantologia dentale e diabete
Il diabete è una malattia cronica che influenza il modo in cui il corpo elabora il glucosio, uno zucchero semplice che fornisce l’energia alle cellule del nostro corpo. I livelli di glucosio nel sangue sono regolati dall’insulina, che viene prodotta dal pancreas. Il problema nasce quando il sistema ormonale non riesce a regolare da solo il glucosio, causando variazioni pericolose della presenza del glucosio nel sangue. Sia che si tratti del diabete del tipo 1 (il pancreas non produce l’insulina) sia del diabete del tipo 2 (il pancreas non riesce a produrre una quantità sufficiente di insulina o il corpo non risponde alla insulina che produce), i pazienti diabetici possono evitare molti degli effetti negativi della malattia tenendo sotto controllo il glucosio nel sangue con farmaci o con il cambio delle abitudini.

Una delle più note complicazioni dovute al diabete è quella di compromettere o ritardare la guarigione di una ferita a causa dell’elevato livello del glucosio nel sangue. Per questa ragione è assolutamente indispensabile che i pazienti diabetici siano al corrente del fatto che solo tenendo la loro condizione sotto controllo potranno aspettarsi il successo di un intervento di implantologia dentale.

Consiglio sempre a tutti i miei pazienti di tenere il loro medico curante al corrente dei loro programmi e di seguire sempre i suoi consigli.